Resta in contatto

Calciomercato

Roma, la giornata di Tiago Pinto a Milano: le ultime

Intensa giornata milanese per il gm giallorosso

Nel tardo pomeriggio di martedì Tiago Pinto è arrivato a Milano, avendo in programma una serie di incontri funzionali a sbloccare la situazione in uscita, soprattutto dei cosiddetti esuberi. Il gm giallorosso ne ha approfittato per incontrare Claudio Vigorelli, agente di Tripi e Zaniolo. I due hanno parlato anche del giovane difensore, cresciuto nella Primavera giallorossa, a cui si sta trovando la situazione ideale. Per quanto riguarda il numero 22, invece, a Trigoria non sono arrivate offerte negli ultimi giorni.

Tiago Pinto sta poi affrontando la situazione legata a Kluivert. Dopo aver rifiutato la cessione a titolo definitivo al Nizza la scorsa stagione, l’olandese ora si è impuntato nel voler ascoltare solo l’offerta del Fulham. Da registrare come a Trigoria siano arrivate offerte anche dall’Italia, dal Portogallo e dalla Grecia. L’eventuale cessione dell’olandese non sbloccherà comunque l’arrivo di Belotti.

Solo dopo aver ceduto a titolo definitivo, e non in prestito, uno tra Felix e Shomurodov, la Roma punterà su un altro attaccante. Il primo nome in lista è proprio quello dell’ex Torino. Ma sull’uscita dell’attaccante uzbeko non arrivano buone notizie: si è fermata la trattativa tra Roma e Bologna. Il club rossoblù lo vorrebbe in prestito con obbligo di riscatto condizionato. Ipotesi che i giallorossi non vogliono prendere in considerazione.

Infine il gm giallorosso ha incontrato anche i rappresentanti di Calafiori, analizzando le offerte ricevute e la volontà del ragazzo, con il contratto in scadenze a giugno 2023.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Calciomercato