Resta in contatto

Mimmo Ferretti

Roma-Atalanta 1-1: un ex vale un punto. Le pagelle di Mimmo Ferretti

Finisce in parità la sfida dell’Olimpico

PAU LOPEZ  6,5

Quattro parate più o meno complicate e zero possibilità di intervenire sul gol dell’Atalanta, nella prima frazione. Ripresa con tanti spaventi, ma poche parate.

MANCINI  5,5

E’ costretto a fare, spesso e volentieri, a sportellate con Zapata, avversario tosto, furbo e veloce. Lavoro parimenti complicato con Muriel. Fatica, sbaglia qualcosa ma se non altro non la butta mai in caciara tattica.

CRISTANTE  6,5

Giostra da centrale non solo difensivo, prova a fare anche il centrocampista di copertura e di costruzione ma il doppio compito è complicatissimo. In ritardo in chiusura su Malinovsky che porta in vantaggio gli ospiti. Si riscatta firmando la pesantissima rete del pareggio romanista.

IBANEZ  5,5

Sta sul centro sinistra, dà un’occhiata anche a Ilicic ma spesso deve chiudere centralmente in diagonale. Non bene anche lui nell’azione che porta l’Atalanta in vantaggio, però. Tosto, sbrigativo, essenziale prima dei due “gialli” in un minuto.

KARSDORP  5,5

Gosens è avversario terribile e lui se ne accorge presto. Poco spazio (e tempo di gioco) per andare in avanti, dietro sono problemi. Solo una volta uscito il tedesco, trova spazio e coraggio per avventurarsi in attacco.

VILLAR  5

Non entra mai in partita, nella prima frazione. Gli avversari non lo fanno giocare, aggredendolo sistematicamente. E a Gonzalito non resta che fare il passaggetto scontato a due metri. Stesso tran tran nella ripresa. Debolissimo il contributo in fase di non possesso.

VERETOUT  6

Si vede poco e poco fa, in avvio, spesso travolto tatticamente dagli avversari. Vien fuori, non in maniera esaltante, con il passare del tempo. In crescita, comunque.

CALAFIORI  5,5

Ilicic, che gioca dalla sua parte, è esperto il giusto per metterlo in difficoltà sul piano del palleggio oltre che bravo ad aprire il campo a Maehle. Resta in campo solo un tempo.

PELLEGRINI  6,5

Tenta costantemente di cucire il gioco, di dare un po’ d’ordine alla fase di possesso palla, prova a non buttare via il pallone. Lucido, attento, concentrato. Prestazione di spessore tecnico. E personalità.

MKHITARYAN  5,5

Non sembra neppure lui: intricato, complicato, spesso assente. Ancora in netto ritardo di condizione. Qualche timido segnale nella ripresa, prima del cambio.

DZEKO  6,5

Dura la vita quando te la devi vedere contro certi difensori centrali: Edin ci prova, non arretra mai e, nel finale, mette due volte paura a Gollini. Si batte, insomma. Con classe e coraggio.

BRUNO PERES  5

Dall’inizio della ripresa al posto di Calafiori: alterna il brutto in fase difensiva e il (un po’) bello in avanti con disarmante facilità.

CARLES PEREZ  5,5

Per Villar dopo la rete di Cristante: non entra in partita, se non per un tiro arginato da Gollini.

BORJA MAYORAL  SV

Nel finale per Micki. 

FONSECA  6

La Roma, che si maschera con la difesa a 4, soffre, va sotto, rischia di andare a picco poi con l’uomo in più trova il pari. Poteva andar meglio, poteva andare peggio.

 

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

Ma che partita ha visto? il 6 a fonseca dovrebbe essere un 3

Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

Mi sembra di capire che Mimmo Ferretti straveda per Lollo 😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

La roma ha giocato meglio di come l hai descritta

Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

Siamo stati come al solito fortunati, ogni azione potevano fare gol,

Massimo Brocato
MAX
24 giorni fa

Fonseca come sempre non prepara la partita e ancora peggio non sa porre rimedio. Ci è andata di lusso potevamo prendere un’altra imbarcata. La pochezza di Fonseca è imbarazzante. Stagione fallimentare

Fulvio
Fulvio
24 giorni fa
Reply to  MAX

Ormai commentando le partite della Roma si rischia di essere ripetitivi ma che altro si può dire di fronte a due spettacoli come quelli che abbiamo visto in 4 giorni? E ‘ una squadra con 8 giocatori su 11 più che scarsi, con un allenatore mediocre ed una proprietà – quella del Signor Pallotta 2.0 – fotocopia della precedente, tanto da far pensare che è cambiato il burattino ma il burattinaio è sempre lo stesso che tirava i fili al Signor Pallotta 1.0. Cari fratelli giallorossi vi chiedo: vogliamo aspettare altri 10 anni di depauperamenri economici e, sopratutto sportivi, prima… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

Me sa’ che mimmo Ferretti ha visto in altra partita

Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

Penosi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
24 giorni fa

Imbarazzanti e in balia di una squadra tosta e unita una pena ci hanno graziato altrimenti finiva tanto a uno

Advertisement

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Era il mio giocatore preferito bello e bravo il mio capitano"

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Magara!!!!"

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Grande uomo, grande calciatore, spero veramente di conoscerlo un giorno per ringraziarlo. Grazie di tutto capitano 💛❤️"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Nostalgia assoluta per quello che ha fatto per la società, per la squadra ed anche, per me soprattutto, per noi tifosi, ci ha insegnato molto. Non..."

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Agostino DIBBBA il capitano di quando ero bambino..il primo capitano che ho visto allo stadio !!forse per questo ho un ricordo speciale!!!assurdo come..."
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Advertisement

Altro da Mimmo Ferretti